Escursioni Private

Cavagrande, le Marmitte dei Giganti

Il termine “cava” indica i tanti canyon naturali che incidono l’altipiano ibleo. Valli fluviali dalle ripide pareti calcaree, sono lo scrigno segreto che custodisce un tesoro naturalistico fatto di ricchezza botanica (oltre 700 specie vegetali) e di fiumi che da sempre scavano la roccia con cascatelle e piccoli laghetti (marmitte) perfetti per rigeneranti tuffi estivi.

Cava Grande del Cassibile è il più significativo gioiello dell’area. Questa riserva naturale comprende un tratto del fiume Cassibile che forma un canyon mozzafiato, con profondità che raggiungono quasi i 250 metri. È un paradiso per gli appassionati di escursioni e trekking, offrendo percorsi che variano da quelli adatti ai principianti a quelli più impegnativi per escursionisti esperti.

In breve, Cava Grande del Cassibile è un’esperienza unica, un luogo dove la natura regna sovrana e offre uno spettacolo di bellezza incontaminata che lascia senza fiato.

Oltre all’escursione classica, che proponiamo in versione agevole per grandi e piccini, è possibile affrontare esperienze più impegnative per gli amanti dell’archeologia (il complesso rupestre dei Dieri) e per gli estimatori del trekking acquatico.

Pantalica, patrimonio Unesco

La riserva naturale di Pantalica, patrimonio Unesco, è un sito archeologico e naturalistico di straordinaria bellezza, immerso nel cuore dell’altopiano ibleo. Migliaia di tombe rupestri di epoca preistorica ne fanno la più grande necropoli d’Europa, ma è arricchita anche da villaggi e chiesette medievali.

L’area è un paradiso per gli escursionisti, con sentieri che si snodano attraverso paesaggi mozzafiato e una biodiversità che include piante come il platano orientale e fauna variegata tra cui la rarissima Trota Macrostigma. I percorsi variano in difficoltà, adatti sia per famiglie che per avventurieri esperti, offrendo esperienze di diversa difficoltà e durata.

Con la sua combinazione unica di storia antica, natura incontaminata e avventure escursionistiche, Pantalica è una destinazione che lascia un’impressione duratura nel cuore di chi la visita.

 

 

Vendicari, l'albergo degli uccelli

L’Oasi Faunistica di Vendicari è una delle destinazioni imperdibili per i visitatori della Sicilia sud-orientale. Situata lungo la costa ionica meridionale dell’isola, con stagni salmastri, dune sabbiose e spiagge incontaminate, è un paradiso per gli amanti della natura, dell’ornitologia e della storia.

Immersa in una serenità quasi mistica, Vendicari offre un rifugio per numerose specie di uccelli migratori, tra cui i pittoreschi fenicotteri rosa, che trovano ristoro nei pantani durante gli spostamenti tra l’Africa e l’Europa. Le spiagge selvagge e il mare cristallino invitano alla pace e al relax, mentre i sentieri escursionistici, alla portata di tutti, permettono di esplorare la ricca flora e fauna.

Etna, la fornace di Efesto

L’Etna, la gigantessa buona della Sicilia, è il vulcano più alto e uno dei più attivi d’Europa. La sua maestosa presenza domina l’orizzonte con un’altezza che supera i 3.300 metri.

Patrimonio Unesco, l’Etna alterna boschi lussureggianti a paesaggi lunari, costellato di crateri, coni di cenere e antiche colate laviche, grotte e pittoresche strutture naturali di roccia lavica.

L’Etna non è solo un vulcano: è un simbolo di forza e rinnovamento, un luogo dove la natura mostra tutta la sua potenza e bellezza. È un’attrazione imperdibile per chi visita la Sicilia, offrendo esperienze uniche come i trekking sulle sue pendici, degustazioni di prodotti locali coltivati su terreni vulcanici e, per i più fortunati, lo spettacolo di una delle sue eruzioni.

Cava Carosello e la città fantasma

Cava Carosello e Noto Antica offrono un’esperienza escursionistica unica, dove storia e natura si fondono in un viaggio indimenticabile.

Cava Carosello è un canyon naturale dove la natura si mostra in tutta la sua selvaggia bellezza. Il percorso di trekking regala scorci di antiche chiese rupestri, mulini e concerie scavate nella roccia, testimoni silenziosi di un passato ricco e laborioso. I laghetti lungo il cammino offrono pause rinfrescanti e momenti di relax in un’atmosfera magica, culminando con lo spettacolare laghetto pensile che si affaccia sulla vallata.

Noto Antica, l’antico centro urbano distrutto dal terremoto del 1693, è un sito archeologico che racconta storie di epoche passate. Situata sul monte Alveria, la città fu un tempo uno dei principali centri culturali, militari ed economici della Sicilia.

Cava Carosello e Noto Antica rappresentano un itinerario escursionistico che soddisfa sia l’anima avventurosa che quella culturale, lasciando nei visitatori ricordi indelebili di paesaggi e storie millenarie.

.

Fiume Ciane e il papiro di Sicilia

Il fiume Ciane è un incantevole corso d’acqua della Sicilia orientale, noto per le sue acque di un azzurro intenso e per essere l’habitat naturale della rarissima pianta del papiro. Nasce dalle sorgenti Pisma e Pismotta e sfocia nel Porto Grande di Siracusa dopo un breve tragitto.

La sua storia è intrecciata con la mitologia greca: si narra che la ninfa Ciane, trasformata in sorgente dal dio Ade, diede il nome al fiume con le sue acque color turchino. Oggi, il fiume Ciane è protetto all’interno della Riserva Naturale Fiume Ciane e Saline di Siracusa, istituita nel 1984 per preservare questo ecosistema unico. Le sue rive sono un’oasi di biodiversità, con una vegetazione rigogliosa che include la cannucce di palude, il giaggiolo acquatico e, naturalmente, il papiro, che si innalza con eleganza dalle acque limpide e placide.

Plemmirio, la leggenda della Pillirina

Il Plemmirio, situato nella splendida cornice della Sicilia orientale, è un’area marina protetta che incanta con la sua bellezza naturale e la ricchezza storica. Istituita nel 2004, questa riserva marina si estende per oltre 14 chilometri di costa mozzafiato, dalla penisola della Maddalena fino al golfo di Noto.

Con le sue acque cristalline e i fondali vivaci, il Plemmirio è un paradiso per gli amanti del mare e delle immersioni. La biodiversità marina qui è straordinaria, con una varietà di flora e fauna che include specie protette e coralli preziosi. Le spiagge invitano al relax, mentre le scogliere offrono panorami indimenticabili.

Il Plemmirio non è solo natura; è anche storia e leggenda. Queste coste sono state testimoni di antiche civiltà, da greci a romani, e ancora oggi si possono trovare tracce di quel passato glorioso. È un luogo dove il tempo sembra fermarsi, e ogni visita diventa un viaggio tra mito, storia e bellezza naturale.

Gli AcquaTrekking Iblei

Immaginatevi di camminare lungo il letto di un fiume, circondati da un canyon spettacolare e laghetti cristallini dove potrete immergervi per trovare refrigerio dalla calura estiva. Il Cassibile offre un’avventura adrenalinica tra rapide e marmitte profonde, dove l’acqua color smeraldo si staglia contro la roccia chiara e la vegetazione lussureggiante.

Quasi sconosciuta perfino alle genti del posto, tra le tante cave iblee c’è una Valle degli Dei: Cava Tortorone. Un breve cammino nel fiume, alle porte di Noto, vi porterà al Laghetto del Dragone e alla Laguna Blu, luoghi di una bellezza quasi surreale. Qui, l’acqua assume tutte le tonalità del blu e dell’azzurro, creando un contrasto straordinario con la roccia calcarea e la vegetazione rigogliosa. L’accesso non è dei più semplici, ma proprio per questo Cava Tortorone rimane un tesoro nascosto, un eden preservato dove la natura regna sovrana.

Entrambe le esperienze sono uniche nel loro genere e rappresentano l’essenza dell’avventura estiva all’aria aperta in Sicilia.